Premio Riccardo Prina 2016

“un racconto fotografico”

Premio internazionale di fotografia.

Premio Riccardo Prina Premio Riccardo Prina

L’Associazione AMICI DI PIERO CHIARA e la famiglia Prina hanno ricordato il critico d’arte e di fotografia Riccardo Prina (1969-2010) indicendo la VI edizione del concorso internazionale di fotografia a lui dedicato, con il patrocinio del Consiglio Regione Lombardia, con il sostegno e la collaborazione di Repubblica e Canton Ticino, Comune di Varese, Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, Triennale di Milano, Galleria Ghiggini, FAI – Villa e Collezione Panza, Cfp Bauer-AFOL Metropolitana.

Il Premio, ideato dall’Associazione Amici di Piero Chiara e diretto da Bambi Lazzati, intende esaltare la relazione tra fotografia e parola ai fini del racconto, che è parte basilare del Premio Chiara, premio letterario dedicato allo scrittore Piero Chiara organizzato dall’Associazione Amici di Piero Chiara e giunto alla sua XXVIII edizione.

Oggetto del Premio era infatti “un racconto fotografico”: si richiedeva una sequenza fotografica che avesse in sé un’idea di narrazione in massimo 10 scatti.

La partecipazione era gratuita, riservata a fotografi dai 18 ai 40 anni. I partecipanti hanno garantito che l’opera presentata è originale e inedita. I vincitori e i menzionati delle passate edizioni non potevano più partecipare.

Per partecipare al Premio era richiesto l’invio entro e non oltre lunedì 23 maggio 2016 esclusivamente via email all’indirizzo amicichiara@premiochiara.it (Segreteria Amici di Piero Chiara) della seguente documentazione:

  • “un racconto fotografico”: una sequenza fotografica, corredata da titolo, che abbia in sé un’idea di narrazione in massimo 10 scatti. Essi dovevano essere inviati solo tramite mail, in formato .jpeg
  • un testo di massimo 300 battute che spiegasse il racconto fotografico, in formato .doc o .docx (Word)
  • scheda di partecipazione, scaricabile al link seguente, debitamente compilata
  • copia carta d’identità
  • breve profilo curriculare (4/5 righe dattiloscritte) e fotografia dell’autore

 

Scarica il bando di concorso e il regolamento (PDF)

 

Giuria

La Giuria del Premio Prina 2016 è presieduta da Mauro Gervasini, critico cinematografico, e composta da Marina Ballo Charmet, fotografa e video-artista, Rudi Bianchi, collezionista fotografico e fotografo, Riccardo Blumer, architetto e designer, Francesca Damiani Prina, Claudio De Albertis, presidente della Triennale di Milano, Marco Introini, architetto e fotografo, Bambi Lazzati, docente di storia dell’arte e direttrice del Premio Chiara, Aldo Nove, scrittore e poeta, Filippo Maggia, critico, curatore e direttore della Fondazione Fotografia Modena, Elisabetta Sgarbi, regista, fondatrice della casa editrice La Nave di Teseo e direttrice del festival La Milanesiana, Enrica Viganò, critica, curatrice, giornalista e fondatrice del progetto Admira.

Ad essa è spettato valutare le 92 opere pervenute, selezionando dapprima i finalisti e poi la graduatoria dei premiati, decisa nel corso di una riunione di valutazione presso la Triennale di Milano, sede della prima mostra delle opere finaliste.
 

Esito del concorso

Vincitore
Ritratto   Opera

Vincitrice del Premio Riccardo Prina 2016 è stata proclamata l’operaQuesto il presidente non lo sa di Matteo Spertini (1988, Laveno Mombello – VA), che si aggiudica il montepremi di 800 euro, con la seguente motivazione:

“Per aver saputo raccontare l’attualità del mondo degli orfani nelle aree estreme della Russia, rivelando con linguaggio nitido e diretto una realtà sconosciuta.”

 

Menzioni della giuria
Ritratto   Opera
Ritratto   Opera

Due sono le opere indicate ex-aequo come meritevoli di menzioni, che si dividono in parti eguali il premio di 400 euro: esse sono Briefly di Silvia Gazzola (1995, Caerano di San Marco – TV) e Meghan di Anna Tosatto (1989, Como). Le motivazioni sono le seguenti:

– Silvia Gazzola: “Per aver restituito una visione di luoghi della città dove lo sguardo non si sofferma, dandone dignità e fascino attraverso il silenzio della notte.”

– Anna Tosatto: “Per aver descritto con immagini in bianco e nero la malattia di una donna che si è voluta ritirare nelle sterminate praterie del Midwest americano, in un ranch isolato, mostrando la forza e il coraggio per combattere il cancro.”

 

Menzione degli Amici di Riccardo Prina
Ritratto   Opera

Come di consueto, l’Associazione Amici di Riccardo Prina ha provveduto a selezionare (autonomamente rispetto alla giuria) un’ulteriore opera meritevole di menzione, cui viene corrisposto un premio di 400 euro. Essa è Perfetta di Luca Meneghel (1989, Bolzano). Questa la motivazione:

“Per aver colto aspetti della modernità con un approccio tagliente e surrealista, rappresentando con abilità tecnica un mondo artificiale. Il manichino come maschera di un Occidente ripiegato su sé stesso, autoreferenziale, incapace di una narrazione alternativa al mito dell’apparire.”

 

Finalisti

Per l’anno 2016 la Giuria ha selezionato 18 opere finaliste:

  • Barbara Boiocchi – Bergamo, 1980 – con l’opera Gesù bambino
  • Cristina Bucciaglia – Sparanise (CE), 1991 – con l’opera Aricii de strada
  • Mauro Colapicchioni – Gallicano nel Lazio (RM), 1976 – con l’opera Mio padre
  • Stefano Conti – Treviglio (BG), 1994 – con l’opera Il ventidue ottobre millenovecentootto…
  • Paola di Cerce – Campobasso, 1995 – con l’opera Housekeeping
  • Francesco Forgione – Milano, 1997 – con l’opera Velo di Maya
  • Francesca Fornaciari – Vimercate (MI), 1992 – con l’opera Nullabor Plain
  • Silvia Gazzola – Caerano di San Marco (TV), 1995 – con l’opera Briefly
  • Luca Marianaccio – San Giovanni Teatino (CH), 1986 – con l’opera Estetica quotidiana
  • Luca Meneghel – Bolzano, 1989 – con l’opera Perfetta
  • Luca Mattia Minciotti – Milano, 1982 – con l’opera Trees Trilogy
  • Manuele Perotti – Pavia, 1977 – con l’opera Vita silente
  • Daniele Portanome – Milano, 1977 – con l’opera Canossa
  • Luana Rigolli – Gonzaga (MN), 1983 – con l’opera Villarotta Cricket
  • Fabiana Sala – Grantola (VA), 1988 – con l’opera Onora il padre e la madre
  • Matteo Spertini – Laveno Mombello (VA), 1988 – con l’opera Questo il presidente non lo sa
  • Anna Tosatto – Como, 1989 – con l’opera Meghan
  • Davide Volpi – Martinengo (BG), 1993 – con l’opera L’ultimo sogno

Le opere sono state esposte in mostra alla Triennale di Milano e alla Galleria Ghiggini di Varese, secondo le modalità dettagliate più in basso, alla sezione “Appuntamenti”. Come di consueto abbiamo pubblicato un catalogo per raccoglierle, scaricabile liberamente al link seguente:

 

Scarica il catalogo delle opere finaliste (PDF)

 

Appuntamenti

Cliccare sulla data per aprire la pagina dedicata.

  • Mercoledì 28 settembre, ore 18.00 – La Triennale di Milano
    Incontro con la fotografa e videoartista Marina Ballo Charmet, presentata dal critico fotografico Francesco Zanot. Seguirà alle ore 19.00 nella medesima sede l’inaugurazione della mostra delle opere finaliste del Premio Riccardo Prina 2016, rimasta visitabile liberamente sino a domenica 9 ottobre 2016, dalle 10.30 alle 20.30, tutti i giorni escluso il lunedì.
  • Domenica 16 ottobre, ore 16.00 – Galleria Ghiggini Varese
    Premiazione Premio Riccardo Prina 2016 e inaugurazione della mostra delle opere finaliste, rimasta liberamente visitabile sino a domenica 30 ottobre 2016, tutti i giorni (escluso il lunedì) negli orari 10.00-12.30 e 16.00-19.00.
  • Domenica 16 ottobre, ore 18.00 – Sala Montanari Varese
    Incontro con Oliviero Toscani, interviene Mauro Rubiola.
    (EVENTO ANNULLATO)

 



Consulta l’albo d’oro

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
MENU PRINCIPALE
×