Evento

Incontro con i finalisti del Premio Chiara 2018 a Lugano
27
Ott
2018

Incontro con i finalisti del Premio Chiara 2018 a Lugano

  • Indirizzo:Viale Carlo Cattaneo 6
  • Luogo:Biblioteca Cantonale di Lugano - CH
  • Orario:Dalle 17:30
  • Ingresso libero

Programma

I finalisti del Premio Chiara 2018 Luca Doninelli, Enrico Remmert, Danilo Soscia si presentano al pubblico svizzero nella consueta cornice della Sala Tami della Biblioteca Cantonale di Lugano.

Ad intervistarli Robertino Ghiringhelli, Luca Saltini e Stefano Vassere.
 

Protagonisti

Luca Doninelli
Luca Doninelli, Leno (BS) nel 1956. Nel 1978 conosce Giovanni Testori, che gli fa scrivere il primo libro, Intorno a una lettera di Santa Caterina (1981). Tra le sue opere narrative ricordiamo I due fratelli (1990), La revoca (1992), Le decorose memorie (1995), Talk show (1996), La nuova era (1999), Tornavamo dal mare (2004), La polvere di Allah (2006), Fa’ che questa strada non finisca mai (2014), Le cose semplici (2015). Ha insegnato etnografia narrativa all’Università Cattolica di Milano; da questa esperienza nasce il volume Cattedrali (2011) e il progetto collettivo Le nuove meraviglie di Milano, di cui sono stati pubblicati i primi tre volumi. Oggi insegna storytelling presso lo Iulm di Milano. Ha vinto, tra gli altri, due Premi Selezione Campiello, un Grinzane Cavour, un Super Grinzane Cavour. È stato finalista al Premio Strega nel 2000.
Selezionato in terna finalista con La conoscenza di sé, La nave di Teseo.

  

 
Enrico Remmert
Enrico Remmert, Vive e lavora a Torino. Il suo romanzo d’esordio Rossenotti è stato pubblicato da Marsilio nel 1997 e ha vinto nello stesso anno il Premio Chianciano e il Premio Tuscania. Nel 2002 è uscito il suo secondo romanzo La ballata delle canaglie, finalista dell’Indipendent Foreing Fiction Prize e dell’IMPAC Dublin Award. Negli anni seguenti, insieme al poeta Luca Ragagnin, ha curato una trilogia dedicata a Bacco, Tabacco e Venere: tre libri dalle varie anime (antologie di citazioni, saggi letterari, raccolte di aforismi) tra cui il fortunatissimo Elogio della sbronza consapevole. Il suo ultimo romanzo, edito da Marsilio, è Strade bianche. Lavora anche per il cinema, il teatro e la televisione. I suoi libri sono tradotti in una decina di lingue.
Selezionato in terna finalista con La guerra dei Murazzi, Marsilio.

  

 
Danilo Soscia
Danilo Soscia, Nato nel 1979, vive a Pisa. Ha pubblicato la raccolta di racconti Condomino (Manni, 2008). Studioso di letteratura e di Asia Orientale ha curato il volume In Cina (Ets, 2010) e il saggio Forma Sinarum: Personaggi cinesi nella letteratura italiana (Mimesis, 2016).
Selezionato in terna finalista con Atlante delle meraviglie, Minimum fax.

 

 
Robertino Ghiringhelli
Robertino Ghiringhelli, direttore dell’Istituto di Storia moderna e contemporanea e Ordinario di Storia delle Dottrine Politiche nella facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 è Visiting Professor di storia della Cultura e delle istituzioni europee all’Università Federale di Lugano (USI). Fra le sue opere più recenti vi sono la curatela di Il cattolicesimo lombardo tra Rivoluzione Francese, Impero e Unità (Pescara, 2006) e L’altro Piemonte e l’Italia nell’età di Urbano Rattazzi (Milano, 2010).

 

 
Luca Saltini
Luca Saltini, scrittore. Ha una laurea in filosofia conseguita a Milano e un dottorato in Lettere dell’università di Ginevra. Ha pubblicato, come autore o curatore, una quindicina di volumi su temi storici e letterari. Con il libro Il viaggiatore della parola (2007) ha vinto il premio letterario internazionale Cesare Angelini. Ha pubblicato i romanzi Tattoo, Il Demolitore di camper, Periferie.

 

 
Stefano Vassere
Stefano Vassere, Lugano, 1962. Dopo la Maturità al Liceo di Lugano, studia all’Università di Zurigo, dove consegue la licenza e il dottorato in linguistica generale; dopo un periodo di assistenza nel medesimo ateneo, assume la direzione della redazione del Repertorio toponomastico ticinese (progetto di catalogazione e valorizzazione del patrimonio dei nomi di luogo del Cantone Ticino), che mantiene fino al 2012. Dal 1997 insegna linguistica generale all’Università degli Studi di Milano, dapprima nella Facoltà di Lettere e Filosofia, poi nella Facoltà di Medicina e Chirurgia. Già direttore delle biblioteche cantonali di Bellinzona e Locarno dal 2013, nel 2016 assume la conduzione anche di quelle di Lugano e Mendrisio, oltre alla direzione del Sistema bibliotecario ticinese.

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
MENU PRINCIPALE
×