Giuria Giovani

Giuria tecnica del Premio Chiara Giovani 2021

 

  • Maria AttanasioMaria Attanasio (presidente)
     
    Caltagirone, 1943; poetessa e narratrice, collabora a riviste e giornali. Ha scritto poesie (Interni, 1979; Nero barocco nero, 1985; Eros e mente, 1996; Amnesia del movimento delle nuvole, 2003) e saggi. Con Sellerio ha pubblicato Correva l’anno 1698 e nella città avvenne il fatto memorabile (1994), Piccole cronache di un secolo (1997, con Domenico Amoroso), Di Concetta e le sue donne (1999) Il falsario di Caltagirone (2007), Il condominio di Via della Notte (2013), La ragazza di Marsiglia (2018) e Lo splendore del niente e altre storie (2020), con cui ha vinto il XXXII Premio Chiara.
  •  

  • Michele AiroldiMichele Airoldi
     

     
    Nato a Verbania nel 1959. Ha al suo attivo studi classici, un’esperienza di due anni di volontariato in Africa, laurea in Lettere all’Università Cattolica di Milano. Insegna Italiano e Latino al Liceo Cavalieri di Verbani. Nell’ambito della scuola e della vita culturale locale si è impegnato in attività e progetti di promozione della lettura, attenzione ai diritti umani, sensibilizzazione su temi ambientali. Ha presieduto l’Associazione Culturale LetterAltura, che annualmente organizza Lago Maggiore LetterAltura, Festival di montagna, viaggio e avventura.

  •  

  • Andrea BianchettiAndrea Bianchetti
     

     
    Milano, 1984. Vive a Bellinzona, dove lavora come insegnante e come recensore per Rete Due (RSI). È laureato in letteratura tedesca presso l’Università Cattolica di Milano e in letteratura italiana presso l’Istituto di Studi Italiani di Lugano. Nel 2007 ha pubblicato la raccolta poetica Sparami amore di cera (Alla Chiara Fonte editore). Nel 2012 esce, sempre per Alla Chiara Fonte editore, Estreme visioni di bianco. Nel 2013 pubblica (Locarno, Ana ed.) il poemetto in tre tempi Carneficine, portato a teatro da Opera retablO. Nel 2015 vince una borsa letteraria pro-helvetia per il suo nuovo progetto intitolato Gratosoglio, pubblicato nel 2019 dalle edizioni Sottoscala.

  •  

  • Cristina BoracchiCristina Boracchi
     

     
    Laureata in filosofia e scienze politiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e in storia all’Università Statale di Milano, è docente di storia e filosofia nelle scuole superiori: attualmente dirige l’Istituto di Istruzione Secondaria “Daniele Crespi” di Busto Arsizio (VA). Inoltre è saggista d’argomento filosofico e cinematografico, fondatrice del festival culturale gallaratese Filosofarti. Tiene regolarmente corsi master sul management della scuola ed è da sempre attiva nel volontariato in vari settori sociali.

  •  

  • Davide CircelloDavide Circello
     
    Docente di lettere al Liceo Lugano 1.
  •  

  • Salvatore ConsoloSalvatore Consolo
     

     
    Dirigente scolastico con una lunga esperienza di docente di materie letterarie, latino e greco in vari istituti di istruzione secondaria di secondo grado della città di Varese; dal 2011 è preside del Liceo Classico Statale “Ernesto Cairoli” di Varese.

  •  

  • Marco CorsoMarco Corso
      

     
    Giornalista, da oltre 5 anni scrive per VareseNews. Laureato in Scienze Sociali per la Globalizzazione alla Statale di Milano, nel 2015 si è diplomato in videogiornalismo alla Civica Scuola di Cinema di Milano. Tra parole e video, viaggia per il mondo, ma per gran parte del suo tempo racconta quello che succede in un angolo preciso della terra: Busto Arsizio.

  •  

  • Pier Paolo PedriniPier Paolo Pedrini
      

     
    Laureato in Letteratura Italiana a Firenze, ha conseguito un master in marketing a Milano e il dottorato in Scienze della Comunicazione a Lugano. Vive a Riva San Vitale (CH). Ha insegnato alla Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana; ora insegna all’Università della Svizzera Italiana Tecniche di persuasione, e Comunicazione ai Corsi di Formazione per Formatori e alla Scuola Superiore Tecnica dell’Abbigliamento e del Design. È consulente di marketing e pubblicità. Il suo primo libro è L’umorismo in pubblicità, Peter Lang, Berna 2006.

  •  

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •