Evento

Matteo Inzaghi, “Mai più così belli”
14
Ott
2020

Matteo Inzaghi, “Mai più così belli”

  • Indirizzo:Piazza Litta, 1
  • Luogo:Salone Impero - Villa Panza, Varese
  • Orario:Dalle 18:00
L’evento è realizzato in osservanza delle disposizioni di sicurezza sanitaria. Prossimamente tutte le informazioni d’accesso.

 

Programma

Mai più così belli, edito da Mimesis, è una porta aperta sul cinema della New Hollywoodtra storia, arte e psicologia. L’età d’oro del cinema americano, che cambia per sempre gli stilemi della Settima arte. Uno spartiacque storico e culturale prima ancora che artistico. Registi visionari, attori carismatici e sceneggiatori anticonformisti conquistano il successo con uno sbalorditivo elenco di titoli che hanno il sapore della sfida epocale: codici e linguaggi del Cinema vengono reinventati attraverso film di rottura, che scardinano l’approccio classico, sradicano i paletti di Hays, introducono un nuovo modo di guardare e interpretare la realtà.

L’autore Matteo Inzaghi sarà intervistato da Antonio Orecchia e Andrea Bellavita.

In collaborazione con Università degli Studi dell’Insubria e Filmstudio’90.
 

Protagonisti

Matteo Inzaghi
Matteo Inzaghi, laureato in Scienze Politiche con tesi sulla “Guerra del Vietnam nel Cinema americano”. Giornalista professionista, è dall’ottobre 2004 direttore responsabile di Rete 55. Dal 2006 è membro del Comitato Organizzativo del Premio Chiara – Festival del Racconto. Docente a contratto presso l’Università dell’Insubria. Critico cinematografico, collabora con alcune riviste del settore e cura serate e retrospettive dedicate a grandi registi. Nel 2016 è stato direttore editoriale del quotidiano La Provincia di Varese.

   

 
Antonio Orecchia
Antonio Orecchia, professore associato di Storia contemporanea presso l’Università degli Studi dell’Insubria, «Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate». Insegna Storie del XX Secolo e Storia dell’Italia contemporanea presso il Corso di Laurea in «Storia e Storie del mondo contemporaneo». Laurea in Scienze Politiche, indirizzo storico-generale, l’Università degli Studi di Milano. Giornalista pubblicista ed editorialista del quotidiano La Prealpina.

 

 
Andrea Bellavita
Andrea Bellavita, laureato in Lettere Moderne presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, collabora con l’Osservatorio sulla Comunicazione della medesima università. Dal 2005 al 2008 è stato docente di Teoria e tecnica del sistema radiotelevisivo presso l’Università di Trento e dal 2007 al 2008 docente di Linguaggi e strumenti della comunicazione presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, per la quale in precedenza aveva insegnato Storia della radio e della televisione e Semiotica. Relatore a convegni e seminari su cinema e comunicazione, ha pubblicato articoli specialistici e i saggi Schermi perturbanti. Per un’applicazione del concetto di Unheimlich all’enunciazione filmica (Vita & Pensiero, 2005), Kim Ki-duk (Il Castoro, 2006), Luchino Visconti (Ente dello Spettacolo, 2006), Semiotica dei Media, con R. Eugeni (Carocci, 2007).

  

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •