Evento

Vittorio Sereni-Giancarlo Vigorelli, “La nostra vita, la tua poesia”
20
Nov
2020

Vittorio Sereni-Giancarlo Vigorelli, “La nostra vita, la tua poesia”

  • Indirizzo:Viale Carlo Cattaneo, 6
  • Luogo:Biblioteca Cantonale di Lugano - CH
  • Orario:Dalle 17:30
L’evento è realizzato in osservanza delle disposizioni di sicurezza sanitaria. Ingresso solo su prenotazione all’indirizzo bclu-segr.sbt@ti.ch

 

Programma

Ricognizione specialistica sul carteggio intrattenuto tra il poeta luinese e il critico letterario milanese dal 1937 al 1981. Un affresco decisivo sulle dinamiche intellettuali interne a quella civiltà culturale, ampia e variegata, sorta a Milano a partire dagli anni Trenta attorno alla figura e al magistero di Antonio Banfi. Non è soltanto – come del resto gran parte dei carteggi di Sereni – uno spazio privato e personale; è bensì un luogo di costante confronto, a vari livelli, sia tra gli interlocutori sia con il contesto culturale e storico

A cura di Matteo M. Vecchio; con lui in tavola rotonda Andrea Fazioli e Stefano Vassere.
 

Protagonisti

Matteo Vecchio
Matteo Mario Vecchio, tra i principali studiosi di Antonia Pozzi, è saggista e traduttore. Si occupa di letteratura e di estetica del Novecento italiano. Suoi saggi sono stati tradotti in portoghese e in francese.

  

 
Andrea Fazioli
Andrea Fazioli, Nato nel 1978, vive a Bellinzona. Nel 1998 ha vinto il Premio Chiara Giovani. Nel 2004 si è laureato in Lingua e letteratura italiana e francese all’Università di Zurigo, con una tesi su Mario Luzi. Ha pubblicato diversi romanzi di successo presso vari editori, tradotti in numerose lingue. Ha fondato il laboratorio di scrittura Scuola Yanez, che opera in Italia e in Svizzera: ha presentato laboratori di scrittura creativa in diversi ambiti pubblici, privati e universitari. Ha lavorato come giornalista per la carta stampata, per la radio e per la televisione; è stato assistente di letteratura francese all’università e insegnante di italiano alle scuole medie e al liceo. Presiede la giuria del Premio Chiara Inediti.

  

 
Stefano Vassere
Stefano Vassere, Lugano, 1962. Dopo la Maturità al Liceo di Lugano, studia all’Università di Zurigo, dove consegue la licenza e il dottorato in linguistica generale; dopo un periodo di assistenza nel medesimo ateneo, assume la direzione della redazione del Repertorio toponomastico ticinese (progetto di catalogazione e valorizzazione del patrimonio dei nomi di luogo del Cantone Ticino), che mantiene fino al 2012. Dal 1997 insegna linguistica generale all’Università degli Studi di Milano, dapprima nella Facoltà di Lettere e Filosofia, poi nella Facoltà di Medicina e Chirurgia. Già direttore delle biblioteche cantonali di Bellinzona e Locarno dal 2013, nel 2016 assume la conduzione anche di quelle di Lugano e Mendrisio, oltre alla direzione del Sistema bibliotecario ticinese. E’ giurato del Premio Chiara.

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •