News

Il verdetto del concorso di videomaking

Il verdetto del concorso di videomaking

Staff

3 Febbraio 2019

Nessun commento

Ed è giunto alla sua conclusione anche l’ultimo dei bandi del Premio Chiara 2018: il concorso di videomaking Piero Chiara, la provincia specchio del mondo, indetto specificamente per celebrare il nostro trentennale di attività.

L’evento finale si è tenuto oggi, 3 febbraio, alla Villa Recalcati di Varese: alla conduzione vi erano la direttrice Bambi Lazzati e il presidente di giuria Domenico Lucchini; erano inoltre presenti i giurati e i rappresentanti di sponsor e sostenitori pubblici e privati.

La serata si è dipanata anzitutto nella proiezione dei sei cortometraggi giudicati di maggior livello, ciascuno dei quali è stato introdotto dal commento di un giurato, ovvero:

  • Fabrizio Albertini (Cannobio (VB), 1984) con “La bellezza del vivere”, presentato da Matteo Inzaghi
  • Alberto Brogi (Bagno a Ripoli (FI), 1966) con “Piero Chiara, la provincia specchio del mondo”, presentato da Antonio Mariotti
  • Angela Disanto e Luca Leone (Santeramo in Colle (BA), 1995 e 1993) con “Culla di storie”, presentato da Minnie Ferrara
  • Maria Teresa Garzola (Brescia/Varese, 1951) con “Piero Chiara, la provincia specchio del mondo”, presentato da Giorgio ES Ghisolfi
  • Carlo e Silvia Lavit Nicora (Varese, 1987 e 1955) con “L’ago della memoria”, presentato da Gianmarco Gaspari
  • Valentina Zanzi (Varese, 1985) con “L’uomo sotto il cappello”, presentato da Bernardino Marinoni

Ha quindi fatto seguito la cerimonia ufficiale di premiazione: come da regolamento la Giuria ha infatti vagliato i lavori pervenuti, deliberando di esprimere due vincitori a pari merito, beneficiari di un premio di 1000 € ciascuno. Essi sono:

  • Angela Disanto e Luca Leone con “Culla di storie”
    “Si distingue per la qualità della scrittura, che esprime in modo straniante, con una regia originale, l’anima di Chiara, con pregnanti riferimenti ai suoi testi.”
  • Carlo e Silvia Lavit Nicora con “L’ago della memoria”
    “Per la capacità di sviluppare il tema contemporaneamente su due piani narrativi e registici, che rispecchiano sia la geografia culturale, sia la dimensione provinciale vicine allo spirito di Chiara.”

I vincitori sono stati salutati da una standing ovation della platea del salone “Ambrosoli” di Villa Recalcati, gremita in tutti i suoi posti.

Gli Amici di Piero Chiara si complimentano con loro per il pregevole risultato ottenuto e ringraziano tutti i partecipanti per aver portato ciascuno una lettura unica e peculiare della figura di Piero Chiara.

Tutti i filmati in questione saranno progressivamente pubblicati sui nostri canali web.
 

Guarda il servizio di Rete 55

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Non è possibile commentare.