News

Non solo la sede nuova: la convenzione tra Comune di Varese e Amici di Piero Chiara

Non solo la sede nuova: la convenzione tra Comune di Varese e Amici di Piero Chiara

Staff

31 Gennaio 2020

Nessun commento

La nuova sede nella dependance del Castello di Masnago, ma anche un aiuto concreto per sviluppare nuove iniziative e per creare una rete che promuova ulteriormente il Premio Chiara a livello nazionale. Questi i contenuti principali, così come anticipati il 29 gennaio nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Estense, della nuova convenzione che il Comune di Varese e l’Associazione Amici di Piero Chiara stanno stipulando per dare nuovo slancio alla manifestazione.

“Il Premio Chiara – ha affermato il sindaco Davide Galimberti – torna finalmente a casa. Parliamo di una iniziativa importante, il cui fascino si è consolidato negli anni e che ha una grande capacità attrattiva sul nostro territorio. Lo scopo della convenzione è guardare oltre quanto di buono già c’è, immaginando un futuro ancora più solido. La sinergia tra Comune e Associazione manterrà la piena autonomia di quest’ultima, ma porterà benefici non solo di carattere economico. Faremo rete per crescere insieme”.

Per quanto riguarda la sede, all’Associazione viene destinato a Masnago uno spazio privato a uso ufficio e un altro comune per incontri e riunioni.

“La prima cosa da dire oggi – le parole della direttrice dell’Associazione Amici di Piero Chiara Bambi Lazzati – è grazie. Grazie a tutti quanti ci hanno permesso di arrivare fin qui, dall’amministrazione comunale a tutti gli amici del Premio. Sapere che questa sinergia porterà aiuti anche per quanto riguarda l’organizzazione e la gestione delle attività ci rendere felici”.

Presenti alla conferenza anche Romano Oldrini, presidente dell’Associazione Amici di Piero Chiara, il presidente della Commissione Cultura di Palazzo Estense Francesco Spatola e il consigliere comunale Enzo Laforgia.

“Il Comune – ha dichiarato Spatola – è la casa di tutti i cittadini e la casa della cultura. Che ci fosse uno spazio per il Premio Chiara era un’esigenza che condividevamo da tempo: il raccontare di Chiara era un raccontare di questa terra e così è significativo il fatto che l’Associazione a lui dedicata possa tornare a casa”.

“Questa sinergia – ha aggiunto Laforgia – aiuta il Premio nella sua organizzazione e permette la crescita della proposta culturale di Palazzo Estense”.

Gli eventi clou dell’edizione 2020 del Premio Chiara – Festival del Racconto si terranno dalla fine del prossimo settembre e per tutto il successivo mese di ottobre. Ecco di seguito il calendario delle prossime conferenze stampa:
 

  • venerdì 14 febbraio, alle 10.30 a Villa Recalcati, saranno presentati i bandi di concorso per le categorie Editi, Giovani, Inediti, Videomaking e Premio Prina di fotografia;
  • giovedì 25 giugno, invece, serata al Castello di Masnago, a partire dalle 18.30, per presentare la terna finalista del XXXII Premio Chiara, i finalisti della categoria Giovani e il vincitore per quanto riguarda gli Inediti;
  • venerdì 18 settembre alle ore 10.00 a Palazzo Estense verrà presentato il programma completo del Festival del Racconto 2020.
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Non è possibile commentare.