Giuria Fotografia

Giuria del Premio fotografico Riccardo Prina 2019

 

  • Mauro GervasiniMauro Gervasini (presidente)
     

     
    Nato a Varese nel 1970. Giornalista e critico cinematografico, firma storica del settimanale Film Tv (che dirige dal 2013), ha collaborato con il quotidiano La Provincia di Varese ed è condirettore editoriale del mensile Nocturno. Tra le sue pubblicazioni: Cinema poliziesco francese (Genova, 2003), prima monografia italiana dedicata al “polar”, e Jean-Pierre Melville (con Emanuela Martini), edito in occasione della retrospettiva organizzata dal Torino Film Festival nel 2008. Dal 2012 è consulente selezionatore (Program Advisor) della Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia.

  •  

  • Matteo BalduzziMatteo Balduzzi
     

     
    Milano, 1969. Architetto, è curatore nel campo dell’arte pubblica e della fotografia. Dal 2004 collabora stabilmente con il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo, per cui ha curato numerosi progetti caratterizzati dal coinvolgimento dei cittadini e da un intenso dialogo con il territorio, tra cui SALVIAMO LA LUNA (2005/2007) di Jochen Gerz, THE MOBILE CITY (2008) nelle periferie di Milano e Toronto, RICORDAMI PER SEMPRE, di Marco Signorini e Giulio Mozzi (2011), ART AROUND (2011/2013) con otto giovani artisti nel Nord Milano, VETRINETTA (2014/2015) con Paolo Riolzi. Ha realizzato URBAN LAYERS (2016/2017), articolato progetto europeo che ha previsto due call internazionali, una residenza di 6 artisti europei a Gibellina, tre festival urbani nelle città di Malaga, Salonicco e Lecce e infine un catalogo, una mostra e un convegno conclusivo presso la Trienale di Milano nel marzo 2017. Ha realizzato e curato singolarmente e insieme a Stefano Laffi progetti di arte pubblica in diverse localit` italiane e non, tra cui negli ultimi anni FORESTA NASCOSTA a San Giuliano Milanese (2009), L’ETA’ DELL’ORO, a Chiasso (2010) e FORESTA BIANCA, a Rosignano Marittimo (2012/2013), SABATO DEL VILLAGGIO (2013/2014), a Cesano Maderno. Presso lo spazio Forma e successivamente Forma Meravigli ha curato diverse mostre di fotografia e progetti partecipati sull’identità e le trasformazioni della città di Milano, tra cui Milano, un minuto prima (2011), Exposed Project (2015), I giorni del parco lambro (2016), VIP à la carte (2016). Dal 2010 e’ docente presso il Master in Photography e Visual Design di NABA a Milano. Dal 2015 fa parte del Comitato Scientifico di Forma Meravigli, a Milano. E’ membro del gruppo di lavoro sull’arte pubblica ARTINRETI, basato presso Cittadellarte a Biella e coordinato dalla Fondazione Pistoletto. E’ socio fondatore dell’organizzazione no-profit per l’arte contemporanea CAREOF, di Milano.

  •  

  • Marina Ballo CharmetMarina Ballo Charmet
     

     
    Classe 1952, è nata a Milano (città ove vive e lavora). Dopo la laurea in filosofia si specializza in psicologia e psicoanalisi infantile e parallelamente alla ricerca artistica, lavora anche come psicoterapeuta nei Servizi Territoriali pubblici di Milano. Da metà anni ottanta inizia il suo percorso artistico lavorando con la fotografia e il video. Il suo lavoro è incentrato sui modi del nostro percepire lo spazio interno e quello esterno, come la città, la casa, il corpo in relazione al luogo e le modalità dell’abitare le istituzioni e i luoghi pubblici. I temi che predilige sono soggetti indeterminati oggetti e dettagli appartenenti alla dimensione quotidiana, ripresi senza indicazioni di tempo e spazio, conferendogli un valore concettuale attraverso il linguaggio artistico. È stata invitata alla XLVII Biennale d’Arte nella mostra “Venezia-Marghera” nel 1997 e alla 12. Mostra Internazionale di Architettura, nella mostra “Ailati. Rilessi dal futuro” presso il Padiglione Italia a Venezia nel 2010. Dal 1990 ad oggi il suo lavoro è stato esposto in molte mostre in Italia e all’estero.

  •  

  • Rudi BianchiRudi Bianchi
     

     
    Collezionista fotografico e fotografo. Laureato all’Università Bocconi di Milano, si è trasferito negli Stati Uniti negli anni ’80, prima a New York, poi in California, a Santa Monica. Si è sempre interessato alla fotografia: inizialmente come passione amatoriale, trasformatasi poi, durante i primi anni negli States, in collezionismo. Negli ultimi 20 anni si è dedicato alla fotografia d’arte e al collezionismo di opere di fotografi soprattutto americani.

  •  

  • Edoardo BonaspettiEdoardo Bonaspetti
  •  

     
    Direttore della casa editrice della Triennale di Milano e direttore artistico della Fondazione Henraux. Ha fondato la rivista “Mousse” nel 2006, la casa editrice Mousse Publishing nel 2009 e l’agenzia di comunicazione Mousse Agency nel 2011, che ha poi diretto fino a marzo del 2018. Dal 2014 al 2018 ha ricoperto il ruolo di curatore del dipartimento di Arti Visive presso La Triennale di Milano. Ha organizzato e curato mostre e progetti espositivi in Italia e all’estero. È l’ideatore di Vdrome, piattaforma online di film e video d’artista che cura assieme ad Andrea Lissoni e Filipa Ramos. Ha inoltre partecipato alla tredicesima edizione della rassegna Documenta, per la quale ha sviluppato progetti e workshop a Kabul, in Afghanistan. Tra il 2009 e il 2010 è stato co-responsabile e contributor per la sezione d’arte della rivista “Domus”. Ha tenuto lezioni presso NABA, IULM e Accademia di Brera. Conseguita la laurea quinquennale in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Bologna, si è poi diplomato in Lingua cinese presso l’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente (IsIAO).
     

  • Riccardo BlumerRiccardo Blumer
     

     
    Laureato in Architettura nel 1982 presso il Politecnico di Milano. Nel 1989 inizia la propria attività professionale occupandosi di architettura e design. Nel 1998 ha vinto il premio Compasso d’Oro. Nel 2010 le sue sedie laleggera per Alias e Entronauta per Desalto sono state inserite nella collezione permanente del MoMA di New York. È professore presso l’Accademia di Architettura di Mendrisio dell’Università della Svizzera Italiana.

  •  

  • Francesca Damiani PrinaFrancesca Damiani Prina
  •  

     
    Moglie di Riccardo Prina.
     

  • Carla de AlbertisCarla De Albertis
  •   

     
    Laureata con lode in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Milano (con due proficiency in lingua inglese), ha lavorato per dieci anni in un istituto di credito internazionale, per poi diventare responsabile dell’ufficio di vicepresidenza al Consiglio Regionale della Lombardia. Nel 1997 si candida alle elezioni per il Consiglio di Zona 1 a Milano, venendo eletta; alla tornata successiva è riconfermata nel ruolo. Nel 2001 entra nel Consiglio comunale di Milano, presiedendone la Commissione cultura e grandi eventi. Nel 2006 diventa assessore comunale alla salute, concentrandosi sulla lotta al consumo di droghe e sulla sicurezza delle donne. La sua attività si è anche contraddistinta per il supporto alla cultura. Nel 2011 è stata candidata sindaca del capoluogo lombardo per la lista civica La Tua Milano; dallo stesso anno detiene l’abilitazione alla professione di mediatore civile. Nel 2017 fonda e presiede il comitato che porta avanti la memoria e l’eredità del fratello Claudio De Albertis (1950-2016), costruttore e presidente di Triennale e ANCE.
     

  • Marco IntroiniMarco Introini
      

     
    Nato a Milano nel 1968. Fotografo documentarista, laureato in architettura, è docente di Fotografia dell’Architettura e Tecnica della Rappresentazione presso il Politecnico di Milano. Nel 1999 riceve il premio nazionale Lombardia Effetto Paesaggio con la ricerca fotografica Architettura ed architetture dell’argine maggiore del Po. Nel 2002 espone alla X Mostra Fotoesordio al Museo dell’Immagine Fotografica e delle Arti Visuali in collaborazione con il Palazzo delle Esposizioni di Roma. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni e mostre fotografiche di architettura e di paesaggio. Collabora con riviste d’architettura e case editrici.

  •  

  • Bambi LazzatiBambi Lazzati
     

     
    Milanese di nascita, vive a Varese. Ex insegnante di disegno e storia dell’arte, da trent’anni è responsabile del Premio letterario dedicato a Piero Chiara, del Festival del Racconto e di tutte le iniziative correlate. È inoltre Presidente degli Amici dei Musei Civici di Varese.

  •  

  • Denise SardoDenise Sardo
     

     
    Siracusa, 1988. Parallelamente agli studi in legge matura l’interesse per la fotografia, che compirà diplomandosi presso il Cfp Bauer di Milano. Durante gli anni successivi, in cui collabora con una galleria d’arte milanese, ha l’occasione di esplorare la scena artistica internazionale partecipando alle principali fiere d’arte e all’organizzazione di mostre di alcuni tra i grandi autori della fotografia. Vive e lavora a Milano, dove svolge l’attività di curatrice e di consulenza per il collezionismo.

  •  

  • Elisabetta SgarbiElisabetta Sgarbi
      

     
    Ha esordito alla regia nel 1999. Ha ideato il festival La Milanesiana – Letteratura Musica Cinema Scienza, di cui è anche direttore artistico. I suoi film hanno partecipato ai più importanti Festival cinematografici: Venezia, Locarno, Cannes, Torino, Roma, Londra, New York. Già editor per Bompiani, nel 2015 ha fondato la casa editrice La Nave di Teseo.

  •  

  • Emma ZanellaEmma Zanella
      

     
    Laureata e specializzata in Storia dell’arte contemporanea e museologia all’Università degli Studi di Milano, Emma Zanella è dal 2000 direttrice della Galleria d’Arte Moderna di Gallarate (GAM) e dal 2010 del MAGA, Museo d’Arte di Gallarate e della Fondazione che governa il museo. Dal 2008 al 2010 ha diretto il MIDEC, Museo Internazionale Design Ceramico, di Laveno Mombello ed attualmente è direttrice del Biennio specialistico in Arti Visive e Discipline dello spettacolo – Didattica per il Museo, Accademia Galli di Como – Ied Milano – Maga Gallarate, nonché docente di Museologia.
    Segretario generale e coordinatore del Premio Nazionale Arti Visive Città di Gallarate dal 1995, referente scientifico per il Sistema Museale per l’Arte Contemporanea della Provincia di Varese (SMAC) e coordinatrice della Rete per la cultura di Gallarate Officina Contemporanea (2014-2016) e della rete ragionale per l’Arte Contemporanea Twister, rappresenta il MAGA nella prestigiosa AMACI, Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •