Evento

Il Premio Riccardo Prina 2020 alla Triennale di Milano
07
Nov
2020

Il Premio Riccardo Prina 2020 alla Triennale di Milano

  • Indirizzo:Viale Emilio Alemagna, 6
  • Luogo:La Triennale di Milano
  • Orario:Dalle 12:00
L’evento sarĂ  realizzato in osservanza delle disposizioni di sicurezza sanitaria. Torna prossimamente su queste pagine per tutte le informazioni.

 

Programma

Presso il Salone d’Onore, alle ore 12.00 apriremo l’esposizione delle opere finaliste del Premio Riccardo Prina “un racconto fotografico” 2020 (concorso di fotografia promosso dagli Amici di Piero Chiara in collaborazione con gli amici e la famiglia dell’illustre giornalista e critico fotografico varesino, scomparso nel 2010), che sarĂ  visitabile liberamente fino all’indomani negli orari d’apertura della Triennale di Milano.

Alle ore 17.00 sarĂ  nostro ospite il fotografo Francesco Jodice insieme ai collettivi artistici The Cool Couple e Discipula, per una tavola rotonda tra diverse generazioni di artisti, un caleidoscopio di pratiche per indagare, comprendere e quindi raccontare la realtĂ  che ci circonda. Con proiezioni. Conduce Matteo Balduzzi.
 

I finalisti del #Prina2020

Gaia Bellini, Milo Cavadini, Matilde Corno, Emanuele Dainotti, Francesca D’Angelo, Annalisa Lenzi, Mattia Luciano, Simone Magli, Andrea Benjamin Manenti, Francesco Puppo, Caterina Quaranta, Gaia Rocca, Benedetta Sanrocco, Mauro Serra.
 

Protagonisti

Francesco Jodice
Francesco Jodice, Napoli 1967. Vive a Milano. La sua ricerca indaga i mutamenti del paesaggio sociale contemporaneo, con particolare attenzione ai fenomeni di antropologia urbana e alla produzione di nuovi processi di partecipazione. Vuole costruire un terreno comune tra arte e geopolitica, proponendo la pratica artistica come poetica civile. Insegna al Biennio di Arti Visive e Studi Curatoriali e al Master in Photography and Visual Design alla NABA di Milano. Tra i fondatori dei collettivi Multiplicity e Zapruder. Ha partecipato a grandi mostre collettive come Documenta, la Biennale di Venezia, la Biennale di São Paulo, la Triennale dell’ICP di New York, la seconda Biennale di Yinchuan e ha esposto al Castello di Rivoli (Torino), alla Tate Modern (Londra) e al Prado (Madrid). Tra i suoi progetti principali: l’atlante fotografico What We Want, un osservatorio sulle modificazioni del paesaggio in quanto proiezione dei desideri collettivi, l’archivio di pedinamenti urbani The Secret Traces e la trilogia di film sulle nuove forme di urbanesimo Citytellers. Coi lavori Atlante, American Recordings, West e Rivoluzioni esplora i possibili scenari futuri dell’Occidente.

 

 
The Cool Couple
The Cool Couple, sodalizio artistico milanese, fondato nel 2012 da Niccolò Benetton e Simone Santilli. La loro ricerca indaga gli attriti quotidiani nel rapporto tra persone e immagini. L’idea delle immagini come nodi di intercomunicazione, unita a una rigorosa progettualità, li conduce a usare diverse forme espressive, dalla fine art ai panni elettrostatici, dalle sale di meditazione alle cover-band cinesi.

 

 
Discipula
Discipula, collettivo che si dedica alla ricerca visuale nella contemporaneitĂ , fondato da Marco Paltrinieri, Mirko Smerdel e Tommaso Tanini. Adottando varie pratiche espressive, installazioni artistiche, performance, pubblicazioni, laboratori e conferenze, Discipula esplora il ruolo e gli utilizzi delle immagini nel paesaggio mediatico contemporaneo.

   

 
Matteo Balduzzi
Matteo Balduzzi, architetto, curatore e collaboratore del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo (MI). Nel 2013 ha pubblicato, per Einaudi, Luogo e identitĂ  nella fotografia italiana contemporanea (con Antonello Frongia, William Guerrieri, Roberta Valtorta)

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •