Evento

Incontro con i finalisti del Premio Chiara 2020 a Gallarate
18
Ott
2020

Incontro con i finalisti del Premio Chiara 2020 a Gallarate

  • Indirizzo:via Egidio De Magri, 1
  • Luogo:Museo MAGA Gallarate
  • Orario:Dalle 10:30
L’evento è realizzato in osservanza delle disposizioni di sicurezza sanitaria. Ingresso solo su prenotazione, da richiedere alla Biblioteca L. Majno di Gallarate: Tel. 0331 795364; 0331 795002 – Fax 0331 775115 – email bibliotecagallarate@comune.gallarate.va.it

 

Programma

In attesa della finale del Premio Chiara 2020 in programma in serata a Varese (obbligo di prenotazione per il pubblico), i finalisti Maria Attanasio, Ermanno Cavazzoni, Valerio Magrelli si raccontano al pubblico gallaratese e a Massimo Palazzi.

Evento realizzato in collaborazione con DuemilaLibri.
 

Protagonisti

Maria Attanasio
Maria Attanasio, Caltagirone, 1943, collabora a riviste e giornali. Ha scritto poesie (Interni, 1979; Nero barocco nero, 1985; Eros e mente, 1996; Amnesia del movimento delle nuvole, 2003) e saggi. Con Sellerio ha pubblicato Correva l’anno 1698 e nella città avvenne il fatto memorabile (1994), Piccole cronache di un secolo (1997, con Domenico Amoroso), Di Concetta e le sue donne (1999) Il falsario di Caltagirone (2007), Il condominio di Via della Notte (2013), La ragazza di Marsiglia (2018) e Lo splendore del niente e altre storie (2020), con cui compete al XXXII Premio Chiara

 
Ermanno Cavazzoni
Ermanno Cavazzoni, Nato a Reggio Emilia, vive a Bologna. È autore di vari libri di narrativa: Le tentazioni di Girolamo (1991), I sette cuori (1992), Le leggende dei santi (1993), Vite brevi di idioti (1994), Cirenaica (1999, riedito come La valle dei ladri, 2014), Gli scrittori inutili (2002), Storia naturale dei giganti (2007), Il limbo delle fantasticazioni (2009), Guida agli animali fantastici (2011), Il pensatore solitario (2015), Gli eremiti del deserto (2016). Per La nave di Teseo ha pubblicato La galassia dei dementi (2018), vincitore del Premio Campiello – selezione Giuria dei Letterati, e Storie vere e verissime (2019), con cui compete al XXXII Premio Chiara. È stato, con Gianni Celati e altri, ideatore e curatore della rivista “Il semplice”.

 
Valerio Magrelli
Valerio Magrelli, Roma, 1957. Ha pubblicato sei libri di poesie (raccolti nel volume Le cavie, Einaudi 2018), il pamphlet in versi Il commissario Magrelli (Einaudi 2018), e un ciclo di quattro volumi in prosa (concluso con Geologia di un padre, Einaudi 2013). Professore ordinario di letteratura francese all’Università Roma Tre, ha diretto la serie trilingue “Scrittori tradotti da scrittori” di Einaudi (Premio Nazionale per la Traduzione 1996). Nel 2002 l’Accademia Nazionale dei Lincei gli ha attribuito il Premio Feltrinelli per la poesia italiana. Con Sopruso: istruzioni per l’uso, edito da Einaudi, compete al XXXII Premio Chiara.

 

 
Massimo Giuseppe Palazzi
Massimo Palazzi, è assessore alla cultura e ai servizi educativi della città di Gallarate, avvocato patrocinante in Cassazione e dottore di ricerca nell’Università di Pavia, è stato cultore di storia del diritto romano all’Università Cattolica e assistente in istituzioni e storia del diritto romano all’Università dell’Insubria con il Prof. Giorgio Luraschi. Iscritto all’Ordine degli avvocati di Busto Arsizio, è stato consigliere dell’Ordine e responsabile dell’aggiornamento e formazione professionale. Collaboratore dei licei di Gallarate e curatore del ciclo di conferenze dedicate alla legislazione dei beni culturali, è autore di numerose pubblicazioni di carattere giuridico e storico.