News

30 anni dalla prima finale del Premio Chiara

30 anni dalla prima finale del Premio Chiara

Staff

21 Maggio 2019

Nessun commento

Era il 21 maggio 1989 e le Ville Ponti di Varese ospitavano la finale del I Premio Chiara. La condussero Romano Battaglia e Maria Brivio, con un contorno di ospiti eccellenti (tra gli altri Renato Pozzetto, Ugo Tognazzi, Franca Bettoja, Nanni Svampa) e una coté istituzionale composta dal compianto on. Giuseppe Zamberletti (nominato presidente del premio) e dal ministro Giorgio Santuz.

La giuria, presieduta da Michele Prisco, annoverava oltre al prof. Federico Roncoroni i nomi di Gino Montesanto, Raffaele Nigro, Fernanda Pivano e Mino Durand. A loro spettò scegliere la terna finalista e scrutinare i 160 voti popolari, che incoronarono vincitore Renzo Zorzi e “L’estate del 42” (Rusconi), che staccò “Galambra: quattro storie con fantasmi” di Marina Jarre (Bollati Boringhieri) e “Ambrosio indaga: le nuove inchieste del commissario milanese” di Renato Olivieri (Rizzoli).

A consegnare i premi, visibilmente emozionati, la signora Mimma Buzzetti e Marco Chiara.

Celebriamo l’anniversario proponendovi un prezioso reperto: il servizio di “Caleidoscopio CIAC” trasmesso in quei giorni nei cinema italiani (ebbene sì, c’erano ancora i cinegiornali…).
 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Non è possibile commentare.