Premio Riccardo Prina 2019

“un racconto fotografico”

Concorso internazionale di fotografia – nona edizione

Premio Riccardo Prina Premio Riccardo Prina

L’Associazione AMICI DI PIERO CHIARA, la famiglia Prina, l’Associazione degli Amici di Riccardo hanno ricordato il critico d’arte e di fotografia Riccardo Prina (1969-2010) indicendo la IX edizione del concorso internazionale di fotografia a lui dedicato, con il patrocinio e il sostegno del Consiglio della Regione Lombardia, con il sostegno e la collaborazione di Repubblica e Canton Ticino, Comunità di Lavoro Regio Insubrica, Comune di Varese, Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, Triennale di Milano, Museo MAGA Gallarate, Galleria Ghiggini 1822 Varese, Osservatorio Metropolitano di Milano e con la collaborazione del Cfp Bauer–AFOL Metropolitana. Il Premio è ideato dall’Associazione Amici di Piero Chiara con Mauro Gervasini ed è diretto da Bambi Lazzati.

Il racconto è parte basilare del Premio Chiara, premio letterario dedicato allo scrittore Piero Chiara e organizzato dall’Associazione Amici di Piero Chiara, giunto nel 2019 alla XXXI edizione.

Oggetto del Premio era “un racconto fotografico”: si richiedeva una sequenza fotografica da 3 a 6 scatti che avesse in sé un’idea di narrazione.

Partecipazione gratuita, riservata a fotografi dai 18 ai 40 anni. I partecipanti hanno garantito che l’opera presentata è originale e inedita. Erano ammessi a concorrere anche i vincitori e i menzionati delle passate edizioni.

Per partecipare al Premio bisognava inviare entro e non oltre il 3 giugno 2019 (le date fissate precedentemente non sono più da considerarsi) esclusivamente via email all’indirizzo premioprina@gmail.com la seguente documentazione:

  • una sequenza fotografica, da 3 a 6 scatti, che abbia in sé un’idea di narrazione, corredata da titolo
  • I singoli scatti in ordine di narrazione, tutto in formato .jpg
  • un testo di massimo 200 battute (spazi inclusi) che spiega il racconto fotografico
  • breve biografia discorsiva di massimo 300 battute (spazi inclusi)
  • fotocopia della carta d’identità e fotografia dell’autore
  • scheda di partecipazione, scaricabile al link sottostante, compilata

 

Scarica il bando di concorso e il regolamento (PDF)

 
Per dubbi su alcune parti del regolamento, consultare le FAQ.
 

Finalisti

La selezione delle opere finaliste è stata affidata alla Giuria del Premio Prina, presieduta da Mauro Gervasini critico cinematografico, e composta da Matteo Balduzzi curatore Museo Fotografia Contemporanea, Marina Ballo Charmet fotografa e video artista, Edoardo Bonaspetti curatore e direttore Mousse, Rudi Bianchi collezionista fotografico e fotografo, Riccardo Blumer architetto e designer, Francesca Damiani Prina, Carla De Albertis imprenditrice e socia Amici della Triennale, Marco Introini architetto e fotografo, Bambi Lazzati direttrice Premio Chiara, Denise Sardo curatrice, Elisabetta Sgarbi regista, fondatrice de La Nave di Teseo e direttrice de La Milanesiana, Emma Zanella direttrice Museo MAGA Gallarate.

I giurati hanno ricevuto dalla Segreteria del Premio le opere pervenute entro i termini, corredate dai documenti richiesti e organizzate anonimamente su supporto adeguato (USB). Dal loro esame sono emersi i seguenti 14 nominativi:

  • Daniele Barone – Sumirago (VA)
  • Francesco Bianchini – Legnano (MI)
  • Alessandra Carosi – San Benedetto del Tronto (AP)
  • Anna Castaldi – Certaldo (FI)
  • Gianluigi Cerioli – Novara
  • Maria Cristina De Paola – Uggiano La Chiesa (LE)
  • Massimiliano Gatti – Pavia
  • Ilaria Lagioia – Triggiano (BA)
  • Margherita Mercatali – Faenza (RA)
  • Giorgio Nuzzo – Marittima (LE)
  • Luana Rigolli – Milano
  • Mauro Serra – Ortona (CH)
  • Federica Tiziani – Morazzone (VA)
  • Nicholas Viviani – Concorezzo (MB)

Nell’estate 2019 i suddetti finalisti sono stati contattati per coordinare le tempistiche di preparazione dell’opera. Gli è stato richiesto di consegnare l’opera, pronta per essere montata in mostra, alla Triennale di Milano a metà settembre 2019, previe indicazioni dalla segreteria del Premio: sono stati individuati quanti scatti del racconto stampare e le relative dimensioni per l’esposizione. Le fotografie sono stae applicate su supporto forex.

Nel mese di ottobre 2019, durante la mostra delle opere finaliste in programma presso la Triennale di Milano, la Giuria si è riunita nuovamente per individuare in modo insindacabile e inappellabile chi premiare. Questo quanto deliberato e annunciato ufficialmente il 13 ottobre alla Galleria Ghiggini 1822 di Varese, ove le opere sono poi rimaste esposte per la seguente settimana:

 

Esito del concorso

    Jude De Paola   Opera
  • Vincitrice è proclamata l’opera Finis Terrae di Maria Cristina De Paola (1995, Uggiano La Chiesa -LE), “Per aver saputo coniugare la memoria intima e quella dei luoghi attraverso una composizione capace di restituire il senso materico di una appartenenza personale e di una visione universale. A lei viene corrisposto il premio di 800 euro dalla famiglia Prina, unitamente alla possibilità di realizzare una mostra personale al Museo MAGA di Gallarate nella primavera 2020.
  •  

    Alessandra Carosi   Opera
  • La menzione “Claudio De Albertis” va a Adriana e la polvere di Alessandra Carosi (1984, San Benedetto del Tronto – AP), “Per l’originalità del tema e l’intuizione espressiva della corrispondenza tra luoghi e volti, rappresentata attraverso primi piani e dettagli che colgono la dinamica degli spazi e del tempo”. Il riconoscimento è di 400 euro, erogati dal comitato Premio Claudio De Albertis.

 
L’Associazione Amici di Riccardo Prina ha poi provveduto a individuare, in autonomia, una terza opera meritevole di menzione:

    Ilaria Lagioia   Opera
  • Era Lucania di Ilaria Lagioia (1992, Triggiano – BA), che “evoca atmosfere sospese, pomeriggi torridi e fermi, suoni lontani e rarefatti che si diffondono in spazi molto ampi. La vitalità inattesa di due bambini squarcia la scena, ci riporta ad una dimensione fatta di particolari, quelli che solo i loro occhi colgono con pura e primordiale avidità. Ilaria Lagioia trasforma luoghi dimenticati in paesaggi pieni di incanto, che ci raccontano un sud dai mille volti, guidandoci con originalità alla scoperta dei dettagli, in un insieme di grande suggestione”. Il premio è di 400 euro.

 

Appuntamenti

Cliccare sulla data per aprire la pagina dedicata.

  • Sabato 5 ottobre, dalle ore 10.30 – La Triennale di Milano
    Incontro con Letizia Battaglia e inaugurazione della mostra delle opere finaliste del Premio Riccardo Prina 2019, che sarà visitabile liberamente per tutto il weekend, dalle 10.30 alle 20.30.
  • Domenica 13 ottobre, ore 16.30 – Galleria Ghiggini Varese
    Premiazione Premio Riccardo Prina 2019 e inaugurazione della mostra delle opere finaliste, che sarà liberamente visitabile sino a domenica 27 ottobre 2019.

 


Consulta l’albo d’oro

  •  
    47
    Shares
  • 47
  •  
  •  
  •  
  •