Premio Chiara alla Carriera 2021

conferito a Mario Botta

mario botta
 
L’Associazione Amici di Piero Chiara assegna il Premio Chiara alla Carriera per l’anno 2021 all’architetto Mario Botta, con la seguente motivazione:

“A un grande architetto per la sua opera costruita, il cui linguaggio, così radicato nel territorio lombardo-ticinese, ha saputo parlare al mondo intero”

Il premio gli sarà conferito in data domenica 10 ottobre 2021 alle ore 17.00 presso il Teatro Sociale di Luino (VA); l’architetto sarà intervistato da Pierluigi Panza, conduce Claudia Donadoni.
 

Biografia

Mario Botta
Mario Botta, Mendrisio, 1943. Dopo un periodo d’apprendistato a Lugano, frequenta il liceo artistico di Milano, prosegue i suoi studi all’Istituto Universitario d’Architettura di Venezia, dove incontra e lavora per Le Corbusier e Louis I. Kahn. Nel 1970 apre il proprio studio a Lugano, tenendo conferenze, seminari e corsi presso scuole d’architettura in Europa e nel resto del mondo. Il suo lavoro ha abbracciato tutte le tipologie edilizie. Dal 1996 è ideatore e fondatore della nuova Accademia di architettura di Mendrisio, dove tuttora insegna. Il suo lavoro è stato premiato con importanti riconoscimenti. Tra le sue opere: il MOMA museo d’arte moderna a San Francisco; il centro Dürrenmatt a Neuchâtel; il MART museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto; la ristrutturazione del Teatro alla Scala di Milano; la chiesa del Santo Volto di Torino; la sede Campari; la riqualificazione urbana dell’area ex Appiani a Treviso; la facoltà di biologia e biomedicina dell’Università di Padova; il ristorante Fiore di Pietra sul Monte Generoso; la cattedrale di Evry; la sinagoga cymbalista e centro eredità ebraica di Tel Aviv.

  

 


Consulta l’albo d’oro

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •